Vivere la separazione

Non c’è travestimento che possa nascondere a lungo l’amore dov’è, né fingerlo dove non è.
(La Rochefoucauld, XVII sec.)

Ci si preoccupa spesso di come conquistare la persona desiderata, molto meno di come lasciarla andare. Che siamo lasciati o che siamo noi a lasciare, una separazione è sempre un evento segnato da un intrigo di sentimenti contrastanti, sensi di colpa, rimorsi e rimpianti, rinfacciamenti, nonché sgradevoli incombenze pratiche e organizzative. Se poi vi sono anche dei figli, la separazione implica una responsabilità non solo verso se stessi, ma anche rispetto al loro futuro.

Ricorrere a un sostegno esterno durante una separazione può aiutare la coppia a mantenere un rapporto cordiale, o almeno avviarla verso una gestione del conflitto ragionata e quanto più possibile indolore. Spesso, inoltre, nel ritrovare la capacità di comunicare e di capirsi, la coppia può scoprire, con sorpresa, di avere ancora molto da condividere, e può iniziare un processo di rinnovamento.

Vivere la separazione è l’esperienza che consente alle coppie di ogni tipo di affrontare la crisi o la decisione di lasciarsi, valorizzando gli aspetti che hanno consentito alle persone di legarsi e sostenendo la creazione di nuovi canali comunicativi. Attraverso esercizi mirati, sarà favorito un processo di riscoperta dell’altro, sotto una nuova prospettiva e attraverso l’assegnazione di un nuovo ruolo.

Forse ti possono interessare anche: